Ghetto Ebraico

Dal punto di vista storico – culturale è interessante ricordare che anche nella città di Cento si rileva la presenza di un ghetto ebraico. L’esistenza di una comunità giudaica nella città emiliana è documentata già nel 1390 ma è solo nel XVI secolo, quello che fu definito “secolo estense”, che la compagine ebraica vide il suo massimo splendore e prestigio sociale, dovuto specialmente al contributo del gruppo sefardita fuggito dalla Spagna. Quando il Ducato di Ferrara cadde nelle mani dello Stato Pontificio, nella città di Cento, come era già accaduto a Ferrara, la popolazione ebraica venne isolata dalla rimanente comunità di religione cristiana. Quindi, nel 1636, i rappresentanti del governo pontificio fondarono nel cuore della città il ghetto che mantenne il suo isolamento fino al 1859, quando si decise per l’abbattimento delle cancellate e i Giudei poterono finalmente esercitare gli stessi diritti pari al resto della popolazione italiana. Verso la fine del XIX secolo, la pesante recessione economica finì per colpire anche la comunità ebraica con la conseguenza della disgregazione della Comunità centese che si saldò con quella di Ferrara. Tutti gli elementi che costituivano l’arredo interno e gli oggetti di culto contenuti nella sinagoga sono appunto custoditi nel tempio ebraico di Ferrara. L’insieme che forma l’antico ghetto di Cento, ora integralmente restaurato, è costituito da un gruppo di abitazioni che si affacciano su tre corti collegate, dove risalta quello in posizione centrale, abbellito da eleganti balconcini del Settecento.

Foto: Comune di Cento
Ghetto Ebraico - Cento

Se vuoi segnalare un'inesattezza sulla fonte di questo monumento clicca qui

* Le voci contrassegnate con l'asterisco sono obbligatorie

Allegato

Informativa ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003

In conformità alle disposizioni previste dall'art.13 del D.Lgl. 30.6.2003 n° 196 - "codice della privacy" vi informiamo che:

Le informazioni in nostro possesso sono relative ai dati di navigazione (non direttamente identificativi e trattati esclusivamente ad uso statistico) e ai dati personali volontariamente forniti dagli utenti attraverso i moduli di contatto del sito.

I dati raccolti sono trattati in via esclusiva da Geoplan S.r.l., per le proprie finalità istituzionali e statistiche, nonchè per poter erogare i servizi richiesti dall'utente.

Geoplan S.r.l. si impegna a non diffondere i dati in suo possesso a terzi.

Geoplan S.r.l. non è in possesso e non tratta dati sensibili o giudiziari.

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti è identificabile nel legale rappresentante di Geoplan S.r.l..

Ai sensi dell'art. 7 del codice della privacy, il titolare dei dati ha diritto d'accesso ai suoi dati personali e potrà richiedere, in qualsiasi momento ed in modo gratuito:

la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità del loro trattamento.

l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati, nonchè la loro modifica o cancellazione.

* Le voci contrassegnate con l'asterisco sono obbligatorie

Ghetto Ebraico
Cento

* Le voci contrassegnate con l'asterisco sono obbligatorie

Informativa ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003

In conformità alle disposizioni previste dall'art.13 del D.Lgl. 30.6.2003 n° 196 - "codice della privacy" vi informiamo che:

Le informazioni in nostro possesso sono relative ai dati di navigazione (non direttamente identificativi e trattati esclusivamente ad uso statistico) e ai dati personali volontariamente forniti dagli utenti attraverso i moduli di contatto del sito.

I dati raccolti sono trattati in via esclusiva da Geoplan S.r.l., per le proprie finalità istituzionali e statistiche, nonchè per poter erogare i servizi richiesti dall'utente.

Geoplan S.r.l. si impegna a non diffondere i dati in suo possesso a terzi.

Geoplan S.r.l. non è in possesso e non tratta dati sensibili o giudiziari.

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti è identificabile nel legale rappresentante di Geoplan S.r.l..

Ai sensi dell'art. 7 del codice della privacy, il titolare dei dati ha diritto d'accesso ai suoi dati personali e potrà richiedere, in qualsiasi momento ed in modo gratuito:

la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità del loro trattamento.

l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati, nonchè la loro modifica o cancellazione.